Se ti piace quello che vedi, puoi segnalarlo ai tuoi amici sui Social Network!
chitarra epiphone

Epiphone

epiphone chitarreLa storia del marchio Epiphone iniziò nel 1873 in Grecia, dove Anastasios Stathopoulos costruiva violini, liuti e strumenti tradizionali greci, produzione che proseguì anche a New York dove si trasferì con la famiglia nel 1903.
Verso gli anni ’20 l’azienda passò al figlio Epimanondas, che nel 1923 fondò la propria compagnia, la Epiphone, nome nato dalla fusione del suo soprannome “Epi” e della parola greca “phon” (suono).
Nel 1928 iniziò la produzione di chitarre acustiche a marchio Epiphone, sulla scia dei modelli Gibson con i quali si trovarono ben presto in competizione. Le chitarre erano costruite in abete rosso e acero laminato ma erano dotate di poco volume rispetto al modello L-5 di casa Gibson. Questi primi prodotti non ottennero un grande successo anche per la mancanza di endorser famosi.
Negli anni ’30 la rivalità tra le due case crebbe notevolmente grazie ai nuovi modelli Epiphone che ottennero un ottimo successo tra i chitarristi (tra cui Les Paul). In quel periodo la Epiphone raggiunse anche la fascia alta del mercato con i modelli Emperor e Broadway.
Prendendo spunto da Rickenbacker, nel 1935 Epi ideò la sua prima chitarra elettrica: la Electraphone. Tra le innovazioni del modello ricordiamo i poli magnetici regolabili posti sul pickup e la possibilità di cambiare intonazione allo strumento.

lennon con epiphone casinoLa seconda Guerra Mondiale e la morte di Epi portarono l’azienda sull’orlo del fallimento. Nel 1957 fu acquisita da Gibson che decise di continuare la vendita di strumenti Epiphone, allargando la gamma offerta con le chitarre Modern Black, Cortez, Texan e Sheraton, anche se il modello di punta sicuramente fu la Epiphone Casino, suonata da John Lennon e Paul McCartney
Per ridurre i costi, nel 1970 si decise di delocalizzare parte della produzione in Asia per realizzare strumenti economici, costruiti in legno Nyatoh al posto del mogano e ricoperti con resine di poliestere anziché con le tradizionali lacche di nitro-cellulosa.
Negli anni ’90 Epiphone arrivò ad avere a catalogo più di quaranta modelli di strumenti, avviò un proprio laboratorio di ricerca e lanciò il marchio Elitist, sotto il quale venivano venduti strumenti di alta qualità.

Ad oggi nel catalogo Epiphone troviamo principalmente riproduzioni di chitarre Gibson e alcune reissue Epiphone. Tra queste ultime citiamo la Casino e la Dot.
La Casino è una chitarra costruita in acero e tiglio, con manico in mogano e tastiera in palissandro. I pickup sono P-90.
Il modello Dot è una chitarra semi-hollow con body in mogano, manico in acero e tastiera in palissandro, con pickup humbucker Alnico Classic che donano allo strumento un suono caldo e un invidiabile sustain.

I modelli a marchio Epiphone che replicano chitarre Gibson invece annoverano principalmente le serie Les Paul, SG, Explorer e Flying V, di cui mantengono le caratteristiche principali: body e manico in mogano (con poche eccezioni), tastiera in palissandro o ebano, ponte Tune-o-matic e pickup humbucker. I magneti comprendono i modelli Probucker, Alnico Classic Pro e Alnico Classic.

Tra gli endorser Epiphone ricordiamo Philip Campbell, Noel Gallagher, Roy Toro e Brad Whitford.


EPIPHONE Explorer 1984 AW   EMG Set
EPIPHONE Explorer 1984 AW EMG Set
€ 395.00
€ 555.00

Cerca le Offerte


    Advanced

    Search title & description



Da Vedere!

    bob marley con epiphone
    paletta epiphone

    nikki sixx dei motley crue con epiphone

    frehley dei kiss con epiphone

    noel gallagher con epiphone